Certificazione vini Doc

Ogni partita di vino, per essere commercializzata con la rispettiva denominazione di origine, deve essere sottoposta a preliminare analisi chimico fisica e esame organolettico per accertarne la rispondenza alle caratteristiche fissate dal disciplinare di produzione.

Per i possessori di una partita di vino ottenuta da vigneti iscritti nell'Albo delle denominazioni di Origine, il riconoscimento può essere richiesto sia dal produttore o da un successivo acquirente, in questo ultimo caso il richiedente deve allegare alla richiesta il DOCO di vendita (documento di accompagnamento della partita di vino).

La richiesta di certificazione D.O.C. deve essere inoltrata alla Struttura di Controllo che procederà all'analisi chimico fisica e all'esame organolettico di un campione di vino il cui prelievo sarà a cura di personale incaricato dalla Struttura stessa. 

A far data dal giorno 8 luglio 2016 con Decreto prot. 13544 il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha autorizzato "Toscana Certificazione Agroalimentare srl di Firenze" a svolgere i controlli sulle denominazione origine dei vini DOC Montescudaio, San Torpè e Terre di Pisa già controllati dalla Camera di Commercio di Pisa. Pertanto, tutte le comunicazioni inerenti l'attività di controllo dei Vini a D.O. dovranno essere trasmesse alla nuova Struttura di Controllo usufruendo della modulistica appropriata o inserendole direttamente nella piattaforma telematica "Gerem"

Le certificazioni delle DOC hanno una validità di 24 mesi e prevedono un costo.

Per informazioni e costi rivolgersi a:
Toscana Certificazione Agroalimentare srl - TCA
Via Belfiore, 9
50144 – FIRENZE
Tel. 055-368850
www.tca-srl.org
info@tca-srl.org
tca@pec.tca-srl.org



Questa informazione ti e' sembrata
Attinente alle informazioni che stavi cercando?

Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 09/02/2017 12:35:57