C

  • CE
    CE significa letteralmente "Conformità Europea". Inizialmente era utilizzato il termine "marchio CE", poi sostituito ufficialmente con "marcatura CE" nella direttiva 93/68/CEE del 1993. La marcatura CE indica la conformità del prodotto alle disposizioni comunitarie applicabili. La marcatura CE apposta sui prodotti è una dichiarazione della conformità a tutte le disposizioni normative applicabili.

  • CEI Comitato Elettrotecnico italiano
    Organo normativo del settore elettrotecnico ed elettronico con il compito di: produrre norme tecniche relative all’accettazione e collaudo di materiali, apparecchi e impianti; provvedere all’unificazione nel campo dell’elettrotecnica ed elettronica; autorizzare l’applicazione di contrassegni e rilasciare certificati di conformità dei prodotti.

  • CEN Comitato Europeo di Normazione
    Libera associazione fondata allo scopo di sviluppare l’attività normativa in campo europeo in tutti i settori tecnici con la sola esclusione del settore elettrico, affidato al CENELEC, e di promuovere lo sviluppo degli scambi commerciali con l’eliminazione delle barriere tecniche costituite dall’esistenza di norme tecniche nazionali fra loro non armonizzate. Presso il CEN l’Italia è rappresentata dall’UNI.

  • CENELEC
    Ente di formazione europeo per il settore elettrotecnico ed elettronico. Presso il CENELEC l’Italia è rappresentata dal CEI.

  • CERTIFICAZIONE
    La procedura e l’attività svolta da un organismo debitamente autorizzato (organismo di certificazione) atta a fornire adeguata confidenza sulla conformità di un determinato prodotto, sistema qualità o personale a requisiti prefissati. Nello schema sotto riportato è rappresentato il quadro italiano attuale del sistema di certificazione.
    La certificazione può essere obbligatoria (certificazione di conformità) o facoltativa: è obbligatoria per i prodotti oggetto di direttive comunitaria, è facoltativa per tutti gli altri prodotti, per il sistema qualità e per il personale. Quando la certificazione è obbligatoria, le procedure di certificazione da applicare per giungere alla certificazione di conformità (o marcatura CE) sono stabilite dalle direttive e, quando richiesto, l’azienda dovrà rivolgersi ad un ente notificato.

  • CONSUMATORE (O UTENTE)
    La persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta (direttiva 2001/95/CE).

  • CONTRAFFAZIONE
    La contraffazione, in diritto penale, è il delitto previsto dall'art. 473 del Codice penale.
    L'art. 473 recita: "Chiunque contraffà o altera i marchi o segni distintivi, nazionali o esteri, delle opere dell'ingegno o dei prodotti industriali, ovvero, senza essere concorso nella contraffazione o alterazione, fa uso di tali marchi o segni contraffatti o alterati, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a lire quattro milioni.
    Alla stessa pena soggiace chi contraffà o altera brevetti, disegni o modelli industriali, nazionali o esteri, ovvero, senza essere concorso nella contraffazione o alterazione, fa uso di tali brevetti, disegni o modelli contraffatti o alterati."
    Quindi per "contraffazione" si intende la riproduzione di un bene in maniera talmente fedele da ingannare, salvo attenta perizia, anche un esperto o un commerciante. Si differenzia dalla “pirateria" che consiste nella riproduzione di un bene in maniera sufficientemente grossolana, tanto che l'utente non può essere ingannato e quindi è perfettamente consapevole di trattare, commercializzare o acquistare un bene in violazione della privativa industriale o sul diritto d'autore.

 


Questa informazione ti e' sembrata
Attinente alle informazioni che stavi cercando?

Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 19/11/2014 09:21:10