Quando depositare una domanda di brevetto

In Italia, come in molti Paesi, i brevetti sono concessi in base al principio della priorità, il cosiddetto “first to file”,che prevede che sia il legittimo titolare colui che per primo procede al deposito della domanda. Pertanto, la tempestività del deposito è un fattore determinante per il riconoscimento della titolarità.
Il deposito troppo prematuro può rivelarsi controproducente:
- se si procede troppo presto al deposito della domanda di brevetto, considerando che la domanda rimane segreta per 18 mesi, il richiedente ha sì la possibilità di riflettere circa l’opportunità di dare seguito alla procedura di esame, ma non può apportare cambiamenti sostanziali alla descrizione originariamente depositata
- essendo l’Italia membro della Convenzione di Parigi, una volta depositata la domanda, sono previsti ulteriori 12 mesi per depositare la domanda relativa alla stessa invenzione in tutti quei Paesi che possono, a vario titolo, essere interessati al campo di applicazione a cui si riferisce l’invenzione godendo, in questo modo, nei confronti dei medesimi Paesi, dei benefici che derivano dalla data di deposito della prima domanda.


Questa informazione ti e' sembrata
Attinente alle informazioni che stavi cercando?

Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 10/12/2014 11:33:52