Diritto annuale 2017: novitÓ

Le imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese e i soggetti iscritti nel R.E.A. (Repertorio Economico Amministrativo) sono tenuti al pagamento del diritto annuale previsto dall'art. 18 della legge 580/1993. Questa Camera per l'anno 2017 ha deliberato di non praticare alcuna maggiorazione del tributo.

La scadenza del 30 giugno per il pagamento del Diritto annuale 2017 è stata confermata solo per i soggetti iscritti al REA e non esercitanti attività di impresa: Associazioni, Fondazioni, Persone fisiche iscritte nei cessati ruoli agenti che non esercitano l'attività, ed altri.

Per i titolari di reddito d'impresa, il D.P.C.M. 20 luglio 2017, all'articolo 1, e la nota MISE N. 323058 del 31 luglio 2017 hanno prorogato i termini di versamento al 20 luglio 2017. La maggiorazione dello 0,40% sulla misura base del Diritto annuale dovrà essere effettuata solo se il pagamento avverrà nel periodo 21 luglio - 20 agosto 2017.

Anche i lavoratori autonomi potranno beneficiare della proroga, come da comunicazione MEF n. 131 del 26 luglio 2017, ma per loro il nuovo termine dovrà essere formalizzato con apposto DPCM di prossima emanazione.

A breve sarà aggiornato il file pdf della Guida al Diritto Annuale.

Le nuove imprese, unità locali e soggetti R.E.A. iscritti nel 2017 provvedono al versamento del diritto in sede di iscrizione, oppure tramite mod F24 entro 30 giorni, per approfondimenti a riguardo si rimanda alla pagina dedicata. Solo chi è in regola con il pagamento del diritto annuale può ottenere l’erogazione dei servizi dell’Ente e l’affidamento di forniture o lavori.


Allegati

Vedi anche


Questa informazione ti e' sembrata
Attinente alle informazioni che stavi cercando?

Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 20/11/2017 07:21:04