Diritto annuale 2017

Le imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese e i soggetti iscritti nel R.E.A. (Repertorio Economico Amministrativo) sono tenuti al pagamento del diritto annuale previsto dall'art. 18 della legge 580/1993. Questa Camera per l'anno 2017 ha deliberato di non praticare alcuna maggiorazione del tributo.

Attenzione il termine per il pagamento è scaduto il 30 giugno 2017, con proroga al 20 luglio per tutti i soggetti titolari di reddito d'impresa, tuttavia è ancora possibile regolarizzare la propria posizione con l'istituto del ravvedimento. Anche le imprese che si sono iscritte per la prima volta nell'anno 2017 e che non abbiano versato il tributo al momento della domanda, o nei 30 giorni successivi con modello F24, possono, entro un anno dal mancato versamento, effettuare il ravvedimento. Si fa presente che il ravvedimento "mini" o "sprint" non si applica al diritto annuale.

Solo chi è in regola con il pagamento del diritto annuale può ottenere l’erogazione dei servizi dell’Ente e l’affidamento di forniture o lavori.


Allegati

Vedi anche


Questa informazione ti e' sembrata
Attinente alle informazioni che stavi cercando?

Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 07/05/2018 09:37:51