Concorsi a premio

Cosa sono i concorsi a premio
I concorsi a premio sono manifestazioni dove l'attribuzione dei premi dipende dalla sorte, dall'abilità o dalla capacità del concorrente, senza l'obbligo di acquisto di un prodotto o servizio.

Come organizzare un concorso a premio
Per indire concorsi a premio è necessario inviare una comunicazione, il regolamento della manifestazione e la prova del versamento di una cauzione a favore dello stesso Ministero pari al valore netto dei premi messi in palio al Ministero dello Sviluppo Economico almeno 15 giorni prima dell'avvio della stessaco sì come previsto dal Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 5 luglio 2010. La violazione di questo obbligo equivale a mancato invio al Ministero e comporta il pagamento della sanzione pecuniaria prevista all'art. 19 comma 5 della legge n. 449/1997. L'inoltro della documentazione può essere effettuato esclusivamente tramite il servizio telematico Prema on-line, attivo sul dominio www.impresa.gov.it. Se il sistema telematico segnalasse prblemi di inattività, l'impresa potrà trasmettere il regolamento firmato digitalmente, nonché il foglio contenente la schermata di blocco del servizio mediante posta elettronica con firma digitale all'indirizzo m.premio@mise.gov.it, all'indirizzo PEC dgmccnt.div10@pec.mise.gov.it e a quello dei Monopoli di Stato giochi.concorsiapremio@aams.it. Dovrà poi seguire la trasmissione tramite il portale quando il servizio risulterà nuovamente attivo. 

Come richiedere la presenza di un funzionario della Camera di Commercio di Pisa e quanto costa
Per i concorsi a premio che si volgono in provincia di Pisa la richiesta del funzionario della Camera di Commercio di Pisa, dopo aver preso un primo contatto telefonico o a mezzo mail con l'ufficio per la definizione delle modalità di verbalizzazione, dovrà pervenire almeno 10 giorni prima, con l'apposito modulo e con l'allegata copia della documentazione già inviata al Ministero, oltre alla ricevuta del pagamento della tariffa prevista per questo servizio. Ogni fase di individuazione dei vincitori deve essere effettuata alla presenza di un notaio o di un funzionario della Camera di Commercio. La Camera di Commercio di Pisa potrà rifiutare il proprio intervento nel caso di regolamenti non conformi ai principi della fede pubblica e/o per motivi organizzativi.


Allegati


Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 05/08/2021 09:25:10