L'estensione del D Lgs. 231/01 ai reati ambientali

28 marzo 2012

Obiettivi del corso:
- fornire una chiave di lettura degli adempimenti e delle principali responsabilità prevista dal D.Lgs. 231/2001 in relazione ai reati ambientali
- comprendere le implicazioni organizzative del D.Lgs. 231/2001 per una sua efficace ed efficiente integrazione nel Sisteme di Gestione Aziendale o Ambientale (ISO9001 e ISO 14001)
- favorire, al fine di una visione più ampia della applicazione del modello, la comprensione delle interrelazioni con il Testo Unico Ambientale (D.Lgs. 152/2006 e successive integrazioni)


BENEFICIARI

Imprese e Professionisti

PROGRAMMA

  • il D.Lgs. 231/2001:
    - i principi, l'impianto normativo, i reati e le fattispecie contemplate, le sanzioni principali, le misure cautelari
    - il sistema dei controlli interni
    - il ciclo di sviluppo del modello di organizzazione: modelli standard e personalizzazioni
  • l'estensione ai reati ambientali:
    - approfondimento dei singoli reati ambientali contemplati dal D.Lgs. 231/2001
    - interrelazioni tra il D.Lgs. 231/2001 con il Testo Unico Ambientale (D.Lgs. 152/2006 e successive integrazioni)
  • gli elementi del modello di organizzazione integrato dagli aspetti ambientali:
    - approccio per processi
    - analisi e gestione dei rischi
    - gestione delle risorse umane e sistema sanzionatorio
    - il codice etico
  • i codici di comportamento "di mercato" per l'attuazione del modello organizzativo
  • l'adozione virtuosa del modello di organizzazione attraverso l'integrazione con i sistemi di gestione normati (ISO 9001, ISO 14001 e altri sistemi di gestione esistenti)


Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 03/09/2012 08:48:56