Avvio e iter della procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento

ATTENZIONE: in conseguenza alle misure straordinarie adottate dal Governo allo scopo di contenere il diffondersi del coronavirus, l'attività dell'OCC potrà proseguire senza alcuna sospensione utilizzando la PEC per i depositi e le comunicazioni con il debitore e le audio e le video conferenze per gli incontri.

Per l’avvio di una procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento è necessario compilare ed inviare all’Organismo (a mezzo PEC: cameracommercio@pi.legalmail.camcom.it, con raccomandata A/R o a mano presso il protocollo della Camera di Commercio di Pisa) un’apposita istanza ed effettuare il pagamento di un acconto di 244 euro IVA inclusa collegandosi alla piattaforma (collegata a PagoPA) denomicata SIPA dal menù a tendina SERVIZIO selezionare la voce OCCS e alla voce CAUSALE inserire "Acconto OCC + Nominativo dell'istante"

Il Referente dell’Organismo, valutata la non manifesta inammissibilità della richiesta, procede alla nomina di un Professionista Gestore della Crisi al quale trasmette, previa accettazione dell’incarico, la documentazione depositata per l’esame della stessa ed avere un preventivo sui costi della procedura.

All’utente sarà quindi comunicato il costo dell’operazione.
Una volta accettato il preventivo di spesa, seguirà un confronto tra debitore e compositore, per valutare nel dettaglio la situazione patrimoniale ed individuare la tipologia di procedura più adeguata (Accordo di Ristrutturazione – Piano del Consumatore- Liquidazione dei beni) e porre in essere tutti gli adempimenti necessari.

Oltre al debitore la procedura da sovraindebitamento vede coinvolti anche altri soggetti quali i creditori (pubblici e privati) e, in ultima istanza, il Giudice, essendo a lui demandato il compito di omologare o meno l’accordo o il piano presentato dal Gestore della Crisi.


Allegati

Vedi anche


Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 15/06/2021 14:12:15