Imprese senza PEC: assegnazione d'ufficio domicilio digitale e sanzioni conseguenti

I Decreti Legge 185/2008 e 179/2012 hanno stabilito l'obbligo rispettivamente per società e imprese individuali di detenere un indirizzo di posta elettronica certificata PEC (domicilio digitale) valido, univoco, attivo e di comunicarlo al Registro delle Imprese, iscrivendolo sulla propria posizione.

Dal 2020 l'art.37 del Decreto Legge n. 76 "Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale", oltre a confermare l'obbligo di comunicazione a carico delle Imprese del proprio domicilio digitale (indirizzo PEC), ha previsto due nuove misure:

  • l'assegnazione e l'iscrizione di un domicilio digitale d'ufficio sulla posizione delle imprese inadempienti, consultabile tramite il Cassetto Digitale dell'Imprenditore;
  • la contestuale elevazione di un verbale di accertamento per il mancato adempimento. Gli importi delle sanzioni previsti dagli artt. 2194 e 2630 c.c. sono stati aumentati dalla norma e vanno da un minimo di 60 euro (per le imprese individuali) ad un massimo di 2.064 (per le società).

Invitiamo le imprese a verificare di non essere presenti nell'elenco allegato alla pagina, in cui sono riportate le posizioni sprovviste di un proprio domicilio digitale e soggette quindi alla procedura, poichè a breve l'Ufficio del Registro provvederà all'avvio del procedimento concernente l'assegnazione del domicilio e all'accertamento della violazione. Si fa presente che l'elenco sarà aggiornato mensilmente.

Se la tua impresa è compresa nell'elenco è possibile ancora provvedere alla comunicazione del domicilio: o predispondendo un'apposita pratica ComUnica o con la modalità semplificata tramite il portale www.registroimprese.it - Sportello Pratiche - Pratiche Semplici - Iscrizione PEC.

LA PEC COMUNICATA AL REGISTRO IMPRESE VA ANCHE MANTENUTA
Può accadere che la PEC comunicata al Registro imprese non funzioni per vari motivi (indirizzo inattivo o non più valido), informiamo dunque che l'Ufficio sta provvedendo anche alla cancellazione degli indirizzi di posta elettronica certificata che, sebbene iscritti nel Registro, risultano non validi e/o non attivi; gli elenchi di questi indirizzi e la relativa procedura di cancellazione sono disponibili alla presente pagina.


Allegati

Vedi anche


Questa informazione ti è risultata
Utile?


Ultima modifica: 21/09/2022 10:31:00