Intervento straordinario di un milione di euro a favore delle PMI

La Camera di Commercio ha stanziato 1.000.000 di Euro a favore  della finanza aziendale, in particolare delle piccole imprese. Si tratta di risorse importanti che si aggiungono ai 926.900 euro già oggi disponibili destinati al sostegno dell’accesso al credito attraverso i Consorzi di garanzia fidi. La manovra si divide in due blocchi:
800.000 euro serviranno per incentivare gli investimenti attraverso la concessione di un contributo a fondo perduto per l’acquisto di attrezzature, arredi, macchinari, software nuovi. La misura del contributo è del 10% con un massimale di 20.000 euro per ciascuna impresa. Nel caso di imprese giovanili o di imprese femminili l’ammontare del contributo è del 15%. "L’obiettivo di questo intervento – ha chiarito Pacini - è quello di mettere in moto la spesa per investimenti che gli imprenditori in questo periodo di rallentamento del sistema produttivo locale tendono a rinviare in attesa di una situazione più  favorevole".
200.000 euro saranno utilizzati come contributo in conto interessi per le imprese che richiederanno finanziamenti fino ad un massimo di 20.000 euro ad una delle banche convenzionate con la Camera di Commercio.
Con la stipula delle convenzioni, le imprese potranno beneficiare di un finanziamento chirografario (cioè senza garanzie) da rimborsare in 4 anni con un anno di preammortamento, il primo, in cui gli interessi saranno a carico della Camera di Commercio. Le imprese rimborseranno il finanziamento con rate mensili posticipate a partire dal 13.mo mese di erogazione.
Il bando per accedere al contributo a fondo perduto sarà operativo dal primo giugno fino al 31 agosto 2009. Mentre per il provvedimento da 200.000 euro a favore del microcredito occorrerà attendere la formalizzazione degli accordi con gli istituti di credito aderenti.



Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 09/10/2012 10:55:41