Prevenire gli illeciti penali in materia ambientale

7 Aprile 2015

Le norme europee sulla tutela penale dell'ambiente, recepite in Italia con il D.Lgs. 121/2011, hanno introdotto una serie di sanzioni particolarmente pesanti in risposta ai reati ambientali. Le imprese sono, quindi, chiamate a cambiare il loro approccio alla tutela ambientale. Il corso fornirà nozioni e strumenti che aiuteranno le imprese ad evitare sanzioni, illustrando i cosiddetti modelli organizzativi per la prevenzione dei reati, la mappatura del rischio e l'individuazione di funzioni e responsabilità.

AREA TEMATICA

Ambiente e rifiuti

DURATA

6 ore

ORARIO

9.30 - 13.00 / 14.00 - 16.30

SEDE

Camera di Commercio di Pisa - Piazza Vittorio Emanuele II, 5 - Pisa

PROGRAMMA

- Il D.Lgs. 231/2001: rischi e opportunità
- Le responsabilità delle imprese: il sistema delle deleghe
- I nuovi confini della tutela penale dell'ambiente: analisi della direttiva 2008/99/CE e il recepimento nella normativa italiana (D.Lgs. 121/2011)
- I destinatari della normativa 231: le condizioni di responsabilità
- Il Modello di Organizzazione Gestione e Controllo: definizione e criteri di redazione
- I rapporti tra il D.Lgs. 231/2001 e le certificazioni su base volontaria in materia ambientale (ISO 14001 ed EMAS)
- Le sanzioni: tipologie e quantificazione
- Dalla contestazione alla sanzione: il procedimento penale (cenni)
- Le criticità ambientali: D.Lgs. 152/2006 e la legislazione speciale (rifiuti, aria, flora e fauna, acqua)
- Applicazioni e casi pratici

QUOTA ADESIONE

100,00 Euro + IVA se dovuta

PER INFORMAZIONI

ASSEFI

Responsabile:
Paolo Pieraccioni

Tel. 050 503.275
Fax 050 512.365
assefi@pi.camcom.it


Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 24/03/2015 15:00:14