La domanda di lavoro a Pisa: nuove competenze per i lavoratori in entrata

La domanda di lavoro delle imprese pisane nel 2017: fondamentali gli skills posseduti
25 gennaio 2018

I dati del 2017 sulla domanda di lavoro evidenziano come il 59% delle imprese pisane con dipendenti abbia assunto personale, una percentuale che sale al 68% tra le imprese che intrattengono relazioni con clienti esteri e al 77% tra quelle che innovano. Nel complesso dell'anno le assuzioni sono arrivate a quota 28mila: circa 18mila nel terziario oltre 7mila nell'industria e un po' più di 2mila nelle costruzioni.

La domanda delle imprese mostra una forte attenzione al mix di competenze dei lavoratori in ingresso: i dati evidenziano infatti un'elevata richiesta di skill trasversali e anche di e-skills. La capacità di utilizzare linguaggi e metodi informatici e matematici interessa infatti il 53% dei posti offerti, il possesso di competenze digitali il 57%. La capacità di gestire applicazioni di robotica, big data IoT e dei processi di "industria 4.0" è chiesta al 38% delle figure in ingresso con valori sopra la media per operai e artigiani specializzati. A queste si aggiunge una richiesta trasversale di competenze "green", che è possibile definire come l'attitudine al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale (il 78% delle assunzioni).

L'analisi deriva dal sistema informativo Excelsior: un progetto realizzato da Unioncamere in accordo con l'ANPAL, sulle previsioni di assunzione delle imprese private dell'industria e dei servizi per l'anno 2017 ed analizzato dall'Ufficio Studi della Camera di Commercio di Pisa. Un'indagine campionaria che ha coinvolto in provincia di Pisa ben 3.574 aziende in diverse tornate di indagine mensili.


Allegati


Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 01/02/2018 09:00:33