A Pisa diminuisce la domanda di lavoro nel 2020

Bottali in conceria. Tra le professioni più cercate in provincia di Pisa nel 2020 ci sono quelle di operai e artigiani specializzati nella concia e calzature

L'emergenza sanitaria ha ridotto notevolmente la domanda di lavoro in provincia di Pisa nel 2020. Il numero complessivo di assunzioni programmato dalle imprese della provincia di Pisa (circa 20mila) si riduce di quasi un terzo rispetto al 2019 quando erano più di 30mila. 

Le professioni più cercate in provincia di Pisa sono relative ai lavori nella ristorazione, ma anche gli addetti ai servizi di pulizia, gli operai e artigiani specializzati nel settore della concia e delle calzature, commessi di negozio e gli autisti.

Il titolo di studio che continua ad essere più ricercato dalle imprese pisane si conferma il diploma di scuola media superiore.

La pandemia non ha interrotto i cambiamenti strutturali che da tempo stanno interessando il mercato del lavoro a pisa ma anche nel resto d'italia, tra questi spicca la "polarizzazione" nella domanda di lavoro: maggiore richiesta di operai specializzati e tecnici e meno impiegati.

I dati sono frutto dell'analisi della Camera di Commercio di Pisa sul Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in
collaborazione con ANPAL, sulla base delle entrate previste dalle imprese con dipendenti dell'industria e dei servizi nel 2020: un'indagine che è stata realizzata in provincia di Pisa grazie a 3.848 interviste in diverse tornate mensili.

Per tutte le informazioni sulle professioni che danno maggiori opportunità di lavoro in provincia di Pisa scarica il comunicato stampa allegato a questa pagina. 

Per avere un quadro sulle indagini statistiche sulla domanda di lavoro in provincia di Pisa visita la sezione del sito internet dedicata al sistema informativo Excelsior.


Allegati


Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 22/01/2021 07:57:23