In calo la domanda di lavoro delle imprese pisane nei primi mesi del 2021

Operai edili al lavoro durante il covid

Calano le assuzioni previste dalle imprese pisane nei primi tre mesi del 2021: Si tratta di 5.660 assunzioni previste dalle imprese con dipendenti che operano in provincia di Pisa: un valore in netto calo (duemila contratti in meno) rispetto al medesimo periodo del 2020 quando gli ingressi furono 7.700 pari, in percentuale, ad un -26,5%.

Unico settore che segna una crescita, in mezzo a tanti segni meno, risulta essere l'edilizia con 90 ingressi in più rispetto al 2020. Se nel 2020 il 33% dei posti offerti dalle imprese era stato difficile da coprire, nei primi tre mesi del 2021 le difficoltà si acuiscono con questa percentuale che sale al 37%. La difficoltà a trovare la persona giusta sale con il crescere del titolo di studio richiesto.

Pisa è sempre meno una provincia per giovani: se nel 2020 il 26% delle assunzioni erano appannaggio di under 30, nel 2021 tale quota scende al 22% del totale con gli over trenta anni che toccano il 55% (erano il 53% lo scorso anno).

I dati sono frutto dell'analisi della Camera di Commercio di Pisa sul Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con ANPAL, sulla base delle entrate previste dalle imprese con dipendenti dell'industria e dei servizi: un'indagine che è stata realizzata in provincia di Pisa grazie a 1.094 interviste in diverse tornate mensile.

Per tutte le informazioni sulle professioni che danno maggiori opportunità di lavoro in provincia di Pisa scarica il comunicato stampa allegato a questa pagina. 

Per avere un quadro sulle indagini statistiche sulla domanda di lavoro in provincia di Pisa visita la sezione del sito internet dedicata al sistema informativo Excelsior.


Allegati


Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 17/03/2021 09:59:27