Marchi di qualitą nell'artigianato

Valorizzazione dei prodotti dell'artigianato artistico e tradizionale tramite marchi di qualità: il marchio collettivo comunitario Alabastro in Volterra Per la tutela delle produzioni in alabastro realizzate dagli artigiani di Volterra, la Camera di Commercio di Pisa ha provveduto, in collaborazione con le imprese del comparto, alla creazione di un marchio di qualità del territorio pisano. Il marchio "Alabastro in Volterra" è stato registrato dalla Camera di Pisa, che ne risulta quindi titolare, come marchio collettivo comunitario presso l'Ufficio per l'Armonizzazione del Mercato Interno di Alicante (Spagna). Il marchio verrà concesso in uso agli artigiani che lavorano l'alabastro, che saranno tenuti a rispettare i requisiti previsti nel regolamento d'uso e nel disciplinare. L'obiettivo del Marchio Collettivo Comunitario è quello di garantire l'origine, la natura e la qualità dei prodotti attraverso il rispetto di un disciplinare di produzione che prevede requisiti produttivi, controlli e sanzioni, che permettono da un lato di tutelare i produttori dall'utilizzo improprio del nome Alabastro in Volterra e dall'altro il consumatore che potrà ammirare, e se vorrà acquistare, un prodotto di qualità.


PRESENTAZIONE DOMANDA

Per ottenere la licenza d'uso del marchio un operatore interessato deve possedere i requisiti sotto indicati:
- essere iscritto al Registro Imprese della Camera di Commercio di  Pisa
- svolgere attività di lavorazione del prodotto oggetto del marchio
- osservare i requisiti indicati nel disciplinare allegato
- aver superato positivamente i controlli effettuati dall'Organismo di controllo e aver ottenuto da questi il rapporto di conformità.
Dovrà quindi presentare apposita domanda, richiesta di licenza d'uso del Marchio Collettivo, alla Camera di Commercio corredata dalla seguente documentazione:
- scheda con dati anagrafici aziendali
- autodichiarazione firmata dal legale rappresentante a cui va allegata copia del documento d'identità in corso di validità, con la quale dichiara sotto la propria responsabilità che l'azienda si trova nel libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di liquidazione, di fallimento o di concordato preventivo
- dichiarazione di assoggettamento al regime dei controlli

Allegati


Questa informazione ti e' sembrata
Attinente alle informazioni che stavi cercando?

Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 06/09/2010 13:07:27