L’export pisano supera la pandemia

Container nel porto di livorno

La dinamica dell'export pisano nel primo semestre 2021, secondo i dati Istat analizzati dalla Camera di Commercio di Pisa, è caratterizzata da una sensibile crescita: +32,3% rispetto al medesimo periodo del 2020 ma, soprattutto, un discreto +3,8% rispetto al 2019, l'anno record dell'export pisano. Il dato del 2021 è quindi particolarmente positivo proprio in confronto con il 2019, l'ultimo "anno buono" in termini di comparazione, perché precedente alla paralisi per lockdown del 2020.

Secondo il Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Pisa, Valter Tamburini "Nonostante le difficoltà che affliggono alcuni spezzoni del nostro sistema produttivo, penso soprattutto alle pelli e al calzaturiero, l'export manifatturiero pisano mette a segno, non solo grazie alle due-tre ruote, una discreta crescita rispetto alla fase pre-pandemica. Come Camera di Commercio, sosteniamo le imprese pisane attraverso specifiche iniziative legate all'internazionalizzazione. È infatti ancora attivo il bando per finanziare a fondo perduto i servizi di supporto all'internazionalizzazione e la partecipazione autonoma a fiere internazionali e ad iniziative di business matching. Presso il nostro ufficio internazionalizzazione è sempre disponibile un servizio gratuito di primo check-up pensato per le PMI che vogliono lanciarsi sui mercati esteri, in un momento di ripresa nel quale è indispensabile essere pronti."


Allegati

Vedi anche

Link esterni


Questa informazione ti e' risultata
Utile?


Ultima modifica: 23/09/2021 15:44:12